2^ DOMENICA DI QUARESIMA

SECONDA DOMENICA DI QUARESIMA
08 marzo 2020
Seconda settimana del coronavirus2a domenica di Quaresima coronavirus - p.1(scarica il PDF del documento)

E’ più pericoloso il virus o la confusione che viviamo?
Tutti e due!
Ieri papa Francesco ha telefonato al vescovo di Lodi che ha dichiarato: «Ci ha invitato alla preghiera e alla responsabilità, con parole colme di fede, paterne e rincuoranti».
Seguiamo questo suggerimento:
– Preghiamo
– Comportiamoci con responsabilità
– Viviamo nella fede che dona speranza e suggerisce la carità.
– Trattiamo le persone in modo paterno e rincuorante.
Una epidemia è una cosa seria. Non sottovalutiamola. Non alimentiamo la confusione. Non ripetiamo notizie infondate. Prendiamo sul serio i suggerimenti che ci vengono dalle autorità sanitarie, in particolare in chiesa: manteniamo la distanza di un metro e prendiamo la Comunione sulle mani.
Con la preghiera e con i gesti di carità possiamo aiutare a vivere con verità il tempo e le cose.
Aiutiamoci a trovare il tempo per pregare ogni giorno e aiutiamo le persone più in difficoltà, senza paura.
Una immensa gratitudine per tutti gli operatori del mondo sanitario che lavorano ininterrottamente

PROPOSTA PER IL CATECHISMO

Invitiamo le famiglie con i loro bambini a tenere un rapporto con la loro Chiesa e con la comunità, nei limiti del possibile e rispettando le norme sanitarie.
Abbiamo pensato (le catechiste e il parroco) di fare la seguente proposta, affidata alla  libertà dei singoli: vi invitiamo a partecipare, una volta alla settimana alla Messa feriale delle 18.30,
– per pregare insieme,
– per ritirare una piccola scheda per i bambini con una indicazione per la settimana,
– per aiutarci a vivere questo tempo nella fede

In particolare vi suggeriamo di partecipare alla Messa delle 18.30:
LUNEDI’ il TERZO anno del catechismo
MARTEDI’ il PRIMO e SECONDO anno di catechismo
MERCOLEDI’ il QUINTO anno del catechismo
GIOVEDI’ il QUARTO anno del catechismo
il VENERDI’ c’è la Via Crucis alle 19.00

Nei giorni feriali la chiesa offre ampio spazio e permette quindi di mantenere le distanza corrette.

CORONAVIRUS:

PREGHIERA ALLA MADONNA DELLE GRAZIE

O Beata Vergine delle Grazie, clemente Madre nostra, come i nostri antenati torniamo ad inginocchiarci davanti a Te mentre la nostra salute e serenità sono turbate da un virus subdolo e invisibile.
Donaci la grazia di ritrovare in noi la fede che non ci fa sentire soli nella prova ma accompagnati ogni giorno dalla Provvidenza di Dio, che ci ama come Padre, e dall’intercessione del tuo cuore di Madre.
Rinnova in noi la coscienza che più grave in noi è il male dell’anima e facci sentire il desiderio di essere liberati e perdonati dai tanti nostri peccati.
Rafforza la speranza che questa nostra preghiera possa essere esaudita.
Per questo affidiamo alla tua protezione i fratelli e le sorelle malati, tutti coloro che si stanno dedicando a loro con coraggio e dedizione, le famiglie e la comunità friulana, la Chiesa e tutta l’umanità.
Faisi dongje, o cjare Mari, cun chel vuestri biel Bambin.
Amen.

(Mons. Andrea Bruno Mazzocato)

Rispondi